mercoledì 21 ottobre 2009

Panta rei os potamòs

Avrei voluto titolare solo panta rei, ma ho già usato questo titolo...
Eraclito, l'Oscuro come era detto già in antichità, nei suoi pochi frammenti ci ha lasciato una frase che racchiude in sé il significato della vita "nessun uomo può bagnarsi nello stesso fiume per due volte, perché né l'uomo né le acque del fiume sono gli stessi".
Detta da un uomo che detestava l'acqua e mori di edema, fa sorridere. Il fato è un bizzarro zuzzurellone, con un tragicomico senso dell'umorismo; mortacci sua (del fato)...
Tanto per cambiare, le eccelse parole dei grandi sono delle ovvietà scioccanti. Si prendano ad esame gli aforismi di un qualunque tra i grandi o i proverbi: sono tutti accomunati dal fatto che sono ovvietà, talmente ovvie, che nessuno ci pensa. Una massa incalcolabile di uova di Colombo.
Con questa frase, Eraclito ci ha donato una verità assoluta, legata all'effimerità del tutto, nella sua costante evoluzione. In un certo senso, si può accostare al concetto del sakura. Con molta fantasia (ma tanta), si può tentare un parallelo con il morire lentamente di chi non cambia strada.
Nella sua ovvietà, purtroppo, è un concetto estraneo a molti. Ci si fissa su una cose e di rado ci si rende conto che tali cose sono destinate a mutare. Nelle persone, in particolare, ho notato questo. Non è vero che chi nasce quadro non può diventare tondo. L'esperienza determina la crescita e questa è alla base del cambiamento.
Ho rivisto persone che avevo smarrito da anni e li ho trovati così cambiati da non riconoscerli quasi. Cambiati nell'aspetto e nell'animo. Penso a me, capellone, obeso che detestava l'arte e considerava gli scrittori una branca di pirla ed oggi sono calvo, magro e scrittore (sedicente tale). La gente cambia, come tutto. Un film mediocre può diventare un capolavoro al cambiare dei tempi (Total recall ne è un esempio).
Viviamo una vita di istanti che non torneranno mai. Noi stessi non saremo più quelli dell'istante preso in esame, perché tutto è nel divenire.
Ho imparato a concedere sempre la seconda possibilità alle persone e aspettarmi di tutto, perché nulla è come fu e mai lo sarà. Tutto scorre.

Marco Drvso
Posta un commento